100% GRUGLIASCO

centro commerciale?….si, ma diffuso

Premessa

La crisi economica ha colpito non solo il lavoro dipendente e le imprese ma, con la stessa forza, il mondo del commercio ed in particolare il tessuto dei piccoli commercianti della nostra città. Le difficoltà globali e del nostro paese sono infatti andate ad aggiungersi a problemi strutturali e specifici del nostro territorio come, ad esempio, la scarsa disponibilità di marchi medio grandi e franchising (talvolta in grado di essere da traino del settore) ad investire nel centro cittadino e nelle borgate, poiché già presenti al centro commerciale Le Gru.

In questo contesto l'Amministrazione ha provato a sostenere il tessuto cittadino ma con grandi difficoltà: da un lato infatti i limiti della propria azione (in termini di risorse e di possibilità normativa) la rendono un partner poco riconoscibile per chi voglia investire in questo settore (in particolare dal mondo delle imprese più giovani); dall'altro i tentativi di supporto fatti attraverso sgravi e forme di di incentivi (sconti e detassazione su dehor, verande, tari..) non sono apparsi risolutivi.

In questo quadro crediamo il comune debba provare ad agire su più fronti, partendo da quelle che sono le proprie possibilità di azione, investendo;

  • sulla riqualificazione di aree, vie e piazze delle borgate per renderle più attrattive;
  • sulla possibilità di far da collettore/coordinatore di un tessuto di piccole e medie realtà economiche per valorizzarle e sostenerle sul piano della comunicazione;
  • sulle politiche urbanistiche e di incentivazione per sostenere e sviluppare aree specifiche del territorio che possono avere nuove vocazioni anche in virtù delle trasformazioni della città (ad esempio con l’arrivo di nuove facoltà universitarie)

LE NOSTRE PRINCIPALI PROPOSTE

1
riqualificazione spazi e aree delle borgate che sono luoghi naturali di aggregazione, anche commerciale (pedonalizzazione e riqualificazione del centro storico, riqualificazione centro commerciale Le Serre, Riqualificazione Piazza del Gerbido, riqualificazione Shopville Le Gru attraverso investimento privato con rilevante ricaduta occupazionale, riqualificazione via Leonardo da Vinci...)
2
“100%GRUGLIASCO” Lavoro su identità cittadina e marchio condiviso che parta dalla costruzione di una rete/consulta cittadina dei commercianti con i quali avviare un lavoro condiviso su alcuni punti: realizzazione di 3-4 iniziative comuni, realizzazione di un marchio e di una comunicazione condivisa, realizzazione di una serie di politiche che favoriscano i residenti, condivisione degli incentivi da mettere in campo per il sostegno del tessuto commerciale e dall'artigianato di servizio e di vicinato
3
“Centro commerciale...si, ma diffuso” pacchetto di incentivi (defiscalizzazione, contributi a fondo perduto, prestiti a tasso agevolato) per la riqualificazione del tessuto commerciale e dall'artigianato di servizio e di vicinato e per lo sviluppo di asset specifici e in aree definite (aree adiacenti all’Università, centro storico, piazze e luoghi di aggregazione e commercio nelle borgate)
4
incentivazione del commercio “giovane” (attraverso defiscalizzazione, contributi a fondo perduto, prestiti a tasso agevolato, e sviluppo social street

 LA PRIMA COSA DA FARE PER LA PROSSIMA AMMINISTRAZIONE
LA PRIMA DELIBERA

Istituzione di una Consulta Cittadina del Commercio e conseguente piano d’azione comune con particolare attenzione alla condivisione delle possibili politiche di incentivazione/defiscalizzazione dell’Amministrazione

 

L’INNOVAZIONE POSSIBILE

Progetto “100%GRUGLIASCO. Centro commerciale si...ma diffuso”

Progetti simili sono realizzati in altre città e comuni (ad esempio Città di Bologna e Parma, Comuni di Lovere e Occhiobello…).

 

Il cuore del progetto è la costituzione di un soggetto intermedio, una Consulta Cittadina appunto, fatta dall’Amminsitrazione insieme ai commercianti della città ed alle loro associazioni che possa costruire un’azione coordinata su più livelli. Partendo dalla comunicazione per arrivare alla scelta sulle misure di incentivazione, sviluppo e sostegno del commercio cittadino, crediamo sia necessario, a fronte di risorse sempre più ridotte, andare oltre le logiche dei contributi a pioggia verso politiche condivise.

 

Il progetto in sintesi prevede:

  • una chiamata pubblica ai commercianti della città ed alle loro associazioni di rappresentanza richiedendo la disponibilità a esser parte di una Consulta Cittadina
  • la formalizzazione della Consulta e l’indicazione dei suoi compiti
  • la definizione di un lavoro condiviso per la realizzazione di 3-4 iniziative comuni, di un marchio e di una comunicazione condivisa, di una serie di politiche che favoriscano i residenti
  • la costruzione di un marchio (100%GRUGLIASCO) e di una campagna di comunicazione delle realtà aderenti in città e fuori dai confini cittadini
  • il sostegno all’Amministrazione nel costruire un’analisi della situazione della città nel suo complesso che, messa accanto alle risorse disponibili, possa orientare le scelte Amministrative: sia sul fronte del sostegno alle aree in difficoltà di fronte alla crisi; sia sul fronte delle aree e dei settori commerciali scoperti che possono essere incentivati
  • l’individuazione di un pacchetto complessivo di incentivi (dalla defiscalizzazione, ai contributi) e di aree /settori commerciali e territoriali cui destinarle
single image