LE NOSTRE BORGATE

il cuore della città

Premessa

In questi anni l'Amministrazione ha investito per la riqualificazione di molte delle sue borgate (il dettaglio dei principali interventi per ogni borgata fatti in questi 5 anni è visibile nella relazione di fine mandato sul sito del Comune).

Eppure, nonostante questi investimenti, siamo consapevoli che resti molto da fare, che vi siano alcuni problemi collegati, in particolare:

  • al degrado che ha colpito alcuni edifici, vie, sia nel centro cittadino che nelle borgate;
  • ad alcune vie e borgate in cui il traffico è cresciuto in modo significativo negli ultimi anni ed hanno bisogno di interventi strutturali;
  • alla possibilità di muoversi più rapidamente fra una borgata e l'altra, ed anche verso altri comuni o il centro della città;
  • alla vitalità delle borgate stesse, che rappresentano il cuore della nostra città.

 

in questo quadro crediamo sia necessario essere capaci di mettere insieme in un progetto complessivo:

  • interventi più piccoli, di manutenzione, insieme ad interventi strutturali;
  • uno sguardo volto allo sviluppo ed alle potenzialità delle singole borgate, insieme e dentro ad un progetto di crescita complessiva della città.

 

In questo percorso crediamo sia fondamentale il coinvolgimento dei cittadini e di chi vive le borgate nella quotidianità poiché spesso conosce piccoli e grandi problemi del suo territorio prima e meglio di chi, amministrando la città nel suo complesso, ha uno sguardo forse più ampio ma forse anche più impreciso.

LE NOSTRE PRINCIPALI PROPOSTE

Raccontiamo, di seguito, i progetti e gli interventi più significativi che proponiamo nelle diverse borgate. Alcuni di questi sono presenti in altre schede ma crediamo sia importante riportarli qui chiarendo l'impatto sulle singole borgate.

Per ogni borgata, fra le altre proposte, sono indicati i principali interventi di manutenzione collegati alla viabilità. Non abbiamo potuto, per lunghezza e senso, entrare nel dettaglio dei lavori già previsti per ogni via che è comunque visibile sul rendicoto di mandato di questi 5 anni di amministrazione al link http://www.comune.grugliasco.to.it/modulistica/cat_view/214-amministrazione-trasparente/206-altri-contenuti/735-fine-mandato-sindaco.html

UN PROGETTO PER TUTTE LE BORGATE

progetto “In Borgata Scelgo Io”, ovvero destinazione di una quota del bilancio comunale a ciascuna borgata per interventi da discutere e definire attraverso percorsi partecipati con i cittadini ed anche attivando meccanismi di segnalazione dei problemi che li coinvolgano direttamente (un maggior dettaglio è presente alla fine di questa scheda).

GERBIDO

  • Sviluppo di un progetto di realizzazione di un campus/cittadella dell'istruzione superiore al Barocchio, di Corso Allamano dentro un quadro di accordi da costruire con la città metropolitana
  • Riqualificazione ed efficientamento scuola Baracca per ospitare Baracca e Casalegno con un intervento da oltre 2milioni di euro già finanziato attraverso il piano periferie
  • Riqualificazione della Piazza davanti alla chiesa dello Spirito Santo con finanziamenti Piano Periferie
  • Attraverso i finanziamenti del Piano Periferie interventi di manutenzione delle vie Moncalieri (con risistemazione area tra via Moncalieri e Via Don Borio), Allason, via Nuova (con collegamento tra via Crea e via Allason), Via Doppi (compresa area verde)
  • Revisione generale dell’illuminazione pubblica e sistemazione delle aree verdi, delle opere fognarie e del semaforo (già finanziate da Piano Periferie)
  • Realizzazione di un “Bosco della Memoria”, con un albero per ognuna delle quasi 1000 vittime di mafia, progetto unico nel panorama nazionale e internazionale da realizzarsi all’interno del Parco Urbano (un parco che si estenderà per 1/3 del territorio del comune integrando verde pubblico, agricolo, piste ciclabili e beni architettonici, tutelando una parte enorme del territorio a destinazione agricola e rendendola fruibile a tutti i grugliaschesi)
  • Completamento del recupero della cappella Mandina
  • completamento della rete di Teleriscaldamento

 

 

FABBRICHETTA e SAN GIACOMO

  • Riqualificazione ed eliminazione copertura in cemento e amianto della scuola Luxemburg (già finanziata con risorse del Piano Edilizia Scolastica Regionale per oltre 1 milione di euro, e il cui avvio del cantiere è ormai prossimo)
  • Interventi per accessi e migliore funzionalità auditorium e palestra Scuola 66 Martiri, con studio per efficientamento energetico dell'intera struttura
  • Riqualificazione dell'area verde tra via Galimberti e via Montanaro (già finanziata da Piano periferie) che prevede:la realizzazione di una via ciclopedonale lungo tutta l’area collegata con la ciclabile esistente e quella futura su via Galimberti; il rifacimento dei percorsi pedonali secondari; la demolizione delle sedute in cemento e la realizzazione nuove aree relax; l'Installazione di nuovi giochi per i bambini e la sostituzione di quelli rotti o non sicuri; l'Installazione di nuove panchine e gazebo attrezzati, di rastrelliere per le biciclette, di nuovi cestini porta rifiuti; la realizzazione di una nuova area cani, l'eliminazione delle barriere architettoniche, la realizzazione di un chiosco e un'area fitness da attrezzare successivamente
  • Interventi di riqualificazione della viabilità interna delle palazzine di Via Galimberti (già finanziati da Piano periferie), sui marciapiedi, sull’illuminazione pubblica, sulla rete di smaltimento delle acque meteoriche
  • Riqualificazione parcheggio in corso King a carico dell’Atc
  • Apertura di una nuova strada fra via Galimberti e via Acqui per sgravare via Don Caustico dal traffico di attraversamento cittadino
  • Riqualificazione del giardino di Via Fabbrichetta con rifacimento vialetti e realizzazione nuova area giochi
  • Nuova casa di edilizia sperimentale in via Goito (area Solferino) e dell’area intorno (marciapiedi, aree verdi, illuminazione...)
  • Interventi sui sensi unici, seulle asfaltature, sui marciapiedi e sull’illuminazione pubblica in Via Boves, Via Crosetto e Via Goito, già approvati con il Piano Generale del Traffico
  • Bonifica dell’area ex cooperative Lime e trasformazione in area residenziale con destinazione edilizia agevolata e convenzionata (con priorità grugliaschesi giovani, giovani coppie con figli, fasce deboli) ed utilizzo della bio-edilizia
  • Realizzazione comunità disabili all'interno dei locali ex sede CISAP di Via Di Nanni in continuità con il centro diurno già presente
  • Ripensamento delle funzioni del Palazzetto dello Sport. Il palazzetto infatti, progettato 15 anni fa come luogo per la pratica del calcetto, paga oggi la trasformazione della domanda ed il calo di praticanti di quell’attività. É necessario avviare, insieme al concessionario che ne è proprietario, un dialogo che ne rilanci funzioni e struttura

 

SANTA MARIA E SAN FRANCESCO 

  • Riqualificazione ed efficientamento energetico della scuola Gramsci per ospitare Ungaretti e Don Milani e riqualificazione della palestra per un intervento complessivo da oltre 6 milioni di euro
  • Realizzazione degli edifici dei nuovi dipartimenti universitari nell’area adiacente l’attuale università con un finanziamento di 48.000.000 di Euro per il primo lotto
  • Realizzazione di impianti sportivi collegati al nuovo campus Universitario ma accessibili ai grugliaschesi e promotore di attività sportive oggi non presenti sul territorio, dunque in connessione e non in competizione con l’offerta sportiva già presente
  • Ricerca di investitori pubblici e privati per il recupero e la ristrutturazione delle aree dell’ex Ospedale Psichiatrico del Parco Lorenzoni per realizzare alloggi per il nuovo campus universitario
  • Abbattimento del muro che separa Parco Lorenzoni da via Leonardo da Vinci, per collegare, anche fisicamente, i dipartimenti ed il Campus Univesritario al resto della città e riqualificazione Via leonardo da Vinci con senso unico, nuovi parcheggi e completamento pista ciclabile
  • Realizzazione di un sottopasso della ferrovia che colleghi corso Torino a via Castagnevizza (Borgata Paradiso) per ridurre il traffico sul cavalcavia di corso Torino
  • Uso delle incentivazioni possibili (ad esempio attraverso la defiscalizzazione, contributi a fondo perduto, prestiti a tasso agevolato) per facilitare l’apertura nelle vie limitrofe alla nuova Università di attività commerciali/imprenditoriali rivolte a giovani e di esercizi commerciali aperti dagli stessi giovani e sviluppo social street
  • pealizzazione interventi per ridurre il traffico in Via Latina
  • asfaltatura Via Lamarmora
  • interventi connessi al Piano Generale del Traffico approvato su sensi unici, asfaltature, marciapiedi e illuminazione pubblica Via Caboto, Via Vespucci, Via Cantore, Via Giolitti, Via Michelangelo, Via Polo, Via Vespucci
  • riqualificazione arredo Viale Gramsci

 

 

PARADISO

  • Realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati in Via Vittime della Shoah
  • Asfaltatura Via Vandalino
  • Rripensamento incrocio Via Napoli – Via san Gregorio Magno in una logica di maggior sicurezza
  • Realizzazione nuovi ascensori Fermata Ferroviaria e gestione in capo ad RFI
  • Interventi di manutenzione e sulla viabilità (marciapiedi, tappeti stradali, sensi unici) in via Milano, via Podgora, Via Macedonia, Via Napoli angolo via san Gregorio Magno e Via Milano angolo viale Vittime della Shoah (per realizzare due rotonde che snelliscano il traffico), Via Vandalino, Corso Torino tra strada della Pronda e viale Radich.
  • Rifacimento illuminazione pubblica in viale Radich
  • Riqualificazione della scuola Levi (con impianto fotovoltaico e bonifica amianto)
  • Ampliamento e riqualificazione impianti sportivi Viale Radich con nuove strutture e ampliamento offerta pratica sport
  • Interventi connessi al Piano Generale del Traffico approvato su sensi unici, asfaltature, marciapiedi e illuminazione pubblica Via Macedonia
  • Asfaltatura di Strada della Pronda

 

 

CENTRO E NUOVO BORGO

  • Sviluppo del progetto “Casa della salute” (spazio aperto dalle 8 alle 20 con più medici per visite e micro-prestazioni ambulatoriali)
  • Destinazione di alcuni spazi del Parco Le Serre per la realizzazione del “Polo dell’occupabilità” e di “spazi di Co-Working” in accordo con scuole e aziende
  • Riqualificazione di Piazza Matteotti e del centro storico nella logica della pedonalizzazione e dell’uso per manifestazioni culturali (piccole e grandi) ed eventi (ad esempio il Palio delle Borgate) e realizzazione dello “Sportello Amico” ovvero un unico “sportello polifunzionale” di front office, sia per i professionisti e le imprese sia per i cittadini
  • Riqualificazione teatro Perempruner come luogo dedicato alla formazione ed allo spettacolo (anche valutando la possibilità di utilizzarlo come cinema cittadino)
  • Recupero ed ampliamento della Biblioteca Civica, negli spazi (, negli orari di apertura e nelle funzioni (aule studio, socialità, realizzazione di eventi e iniziative in Piazza Matteotti)
  • Riqualificazione centro commerciale Le Serre,
  • Progetto Spazi Giovani attraverso il recupero e riutilizzo di spazi pubblici per la realizzazione di luoghi “qualificati” per giovani adulti, famiglie, universitari ed associazioni, ad esempio attraverso il recupero della biblioteca civica, del parco di Villa Claretta, della stessa Villa nell’ipotesi che il Museo della Memoria Granata si sposti nel nascente Stadio Filadelfia
  • Interventi su sensi unici, asfaltature, marciapiedi e illuminazione pubblica in Via Arduino e Via Panealbo già approvati nel Piano Generale del Traffico
  • Riqualificazione della Torre Civica e di San Rocco
  • Apertura Via Cotta e realizzazione nuovi parcheggi a servizio del centro cittadino
  • Realizzazione interventi per ridurre il traffico in Via Cravero
  • Riqualificazione della Caserma Carabinieri
  • Riqualificazione Via Perotti (arredi, marciapiedi, illuminazione)
  • Completamento del “Bastione” ovvero del tratto stradale che unisce strada del Gerbido fino alla rotonda di Corso Torino e Strada Antica di Grugliasco
  • Completamento Borgo Nuovo con realizzazione di una rotonda in Via Da Vinci/Via La Salle e ripresa dei lavori interrotti causa fallimento impresa Rosso

 

 

QUAGLIA E LESNA

  • Realizzazione di una nuova fermata del Servizio Ferroviario Metropolitano che colleghi le borgate a Porta Susa (sino a Chivasso) da una parte ed all’ospedale San Luigi dall’altra.
  • Realizzazione della Bretella di Borgata Quaglia (Corso Torino e Strada Antica di Grugliasco) che costeggi la borgata e renda Via Quarto dei Mille a senso unico per ridurre traffico e inquinamento,
  • Completamento della rete di teleriscaldamento
  • Riqualificazione auditorium borgata Lesna
  • Ricerca di investitori per il recupero delle aree industriali dismesse in coordinamento con i comuni limitrofi e la città metropolitana e ragionando su nuove destinazioni possibili ma confermandone il carattere produttivo (e non residenziale o commerciale)
  • Interventi sulla Viabilità in via Di Vittorio, via Grandi e via Crea
  • Superamento Cascina Armano e nuovi parcheggi a servizio fermata FM 5
  • Riqualificazione Cappella Annunziata con fondi Compagnia di San Paolo già acquisiti
  • Intervento di edilizia residenziale (agevolata e convenzionata, con priorità grugliaschesi giovani, giovani coppie con figli, fasce deboli) ed utilizzo della bioedilizia nelle aree Marzabotto e Giacosa
  • illuminazione e urbanizzazione Via Marzabotto

LA PRIMA COSA DA FARE PER LA PROSSIMA AMMINISTRAZIONE - LA PRIMA DELIBERA

delibera di indirizzo che avvii il progetto “In Borgata Scelgo Io”, identificando forme e possibilità di coinvolgimento dei cittadini e risorse a disposizione

 

L’INNOVAZIONE POSSIBILE

progetto n Borgata Scelgo Io

 

Il cuore del progetto è la costruzione di un percorso che coinvolga i cittadini delle diverse borgate nell'identificazione degli interventi prioritari sul proprio territorio e nella scelta di quali effettuare anche affidando a ciascuna borgata un budget di spesa da utilizzare in accordo con l'Amministrazione

 

Il progetto in sintesi potrebbe prevedere:

  • definizione da parte della nuova Giunta del Bilancio da attribuire a ciascuna Borgata;
  • studio e confronto con alcune delle molte esperienze di Bilancio Partecipato presenti nel nostro paese ed all'estero;
  • definizione dei meccanismi di partecipazione dei cittadini al progetto ed alle diverse fasi (Segnalazione dei problemi, scelta delle priorità degli interventi, scelta definitiva di quali interventi realizzare), considerando che anche grazie alle nuove tecnologie alcune fasi possono prevedere una partecipazione altissima, in termini numerici, da parte dei cittadini;
  • avvio dei percorsi di segnalazione dei problemi, dialogo e confronto nelle diverse borgate;
  • analisi dei principali interventi da realizzare e confronto con i budget disponibili;
  • realizzazione degli interventi.
single image